Tra i trattamenti non farmacologici l’attività fisica risulta il trattamento di prima scelta nella gestione iniziale della fibromialgia.

La fibromialgia è un disturbo patologico caratterizzato da dolore muscolo-scheletrico cronico e diffuso, spesso associata ad astenia, disturbi del sonno, problemi cognitivi (es. di attenzione, memoria), problemi psichici (es. ansia, depressione), e ad un ampio insieme di sintomi somatici e neurovegetativi.

Lo specialista di riferimento per il paziente affetto da fibromialgia è il reumatologo, il quale, in determinati casi, può avvalersi di ulteriori competenze specialistiche (es. fisiatra, terapista antalgico, neurologo, psichiatra).

Si tratta di una condizione ad ampio impatto sulla qualità della vita dei pazienti. L’aggravamento del dolore dopo l’esecuzione di sforzi fisici induce infatti chi ne è affetto a limitare le proprie attività creando così un circolo vizioso in cui la forma fisica peggiora progressivamente e la tolleranza allo sforzo si riduce drasticamente.

L’approccio terapeutico maggiormente appropriato è multidisciplinare, basato su un programma individualizzato di cura che include diverse tipologie di interventi: educativi, farmacologici e non farmacologici.

Tra i trattamenti non farmacologici è indicata l’attività fisica, che secondo le indicazioni internazionali risulta il trattamento di prima scelta nella gestione iniziale della fibromialgia per la documentata efficacia nel miglioramento della sintomatologia.

L’attività fisica:

  • migliora la performance personale
  • rende il muscolo meno vulnerabile a stimoli esterni ambientali
  • migliora la tolleranza allo sforzo
  • migliora la ricezione (o percezione) centrale del dolore
  • aumenta il rilascio di endorfine che inibiscono il dolore

Attività come camminare, andare in bici, nuotare oppure svolgere esercizi in acqua sono il modo migliore per migliorare il benessere fisico e per mantenere uno stile di vita attivo. Mantenersi attivi però non è sufficiente, è necessario intraprendere un percorso di Attività Fisica Adattata, strutturata e pianificata secondo gli obiettivi personali.

L’attività fisica aerobica ben dosata e strutturata dal personale formato, infatti, riduce il dolore (prevalentemente localizzato nella colonna vertebrale, zona pelvica e scapolare) e di conseguenza il ricorso improprio a trattamenti sanitari farmacologici e non, dimostra quindi di avere un impatto sul tono dell’umore favorendo la socializzazione e in senso generale riduce il grado di disabilità.

Inoltre si è dimostrata molto utile se sfruttata anche in acqua termale o non termale riscaldata in quanto il lavoro in acqua consente di ridurre il peso corporeo, di sopprimere il lavoro antigravitazionale dei muscoli e di combinare l’effetto miorilassante e analgesico, non solo al livello fisico ma anche psicologico, alleviando così quei sintomi di depressione e stress.

Le evidenze sono concordi nel raccomandare programmi di Attività Fisica Adattata (AFA), di intensità Lieve-Moderata, e comunque tali da non incrementare il dolore nella fase post-esercizio, articolati in 2/3 volte la settimana.

Nella Regione Veneto l’AFA viene prescritta dal medico di base o dal medico specialista e viene svolta presso le Palestre della Salute con personale laureato in Scienze Motorie opportunamente formato.

Il centro medico AbanoMed, Palestra della Salute, si propone come luogo ideale per intraprendere questa tipologia di percorso terapeutico, disponendo di attrezzatura conforme alle esigenze di persone affette da cronicità e, grazie alla partnership con il Plaza Hotel, di una Vasca Fisio terapeutica con acqua termale calda in cui effettuare Idrokinesiterapia.

Hai bisogno di informazioni aggiuntive o vuoi confrontarti con un nostro specialista? Ti aspettiamo presso il nostro Centro Medico:

Clicca qui oppure contattaci.

Centro Medico AbanoMed
Piazza Repubblica 25
35031 ABANO TERME (PD)

SEGRETERIA
049 296 9323
info@abanomed.it