Sei sicuro di fare l’Esercizio giusto per la tua salute?

È ampiamente riconosciuto che praticare Esercizio Fisico in modo regolare è molto importante per curare condizioni patologiche, quali problematiche cardiovascolari, respiratorie, metaboliche, osteo-articolari, neurologiche e oncologiche.

Ma qual è l’esercizio fisico giusto per ottenere dei miglioramenti concreti nello stato di salute?

Innanzitutto partiamo con la distinzione tra “Esercizio Fisico” e “Attività Fisica”, due terminologie che vengono erroneamente utilizzate in forma intercambiabile:

L’attività fisica comprende indistintamente tutti i movimenti del corpo che comportano un dispendio energetico rispetto alle condizioni di riposo. Quindi ogni volta che ci muoviamo ad esempio per fare le faccende domestiche, la spesa, il lavoro o una camminata, pratichiamo attività fisica.

Quando si parla di “Esercizio Fisico” invece, ci si riferisce ad un tipo di attività fisica che comprende movimenti programmati e strutturati ovvero progettato in termini di frequenza (quanto spesso), intensità (difficoltà e carico), tempo (durata), tipo (metodo, tipologia dell’esercizio), al fine di ottenere risultati concreti in termini di salute. In particolare, quando questo programma si rivolge a persone affette da patologie croniche, viene chiamato nello specifico Esercizio Fisico Adattato.

Infatti l’Esercizio Fisico Adattato può essere considerato come una medicina, e in alcuni casi è stato dimostrato apportare maggiori benefici rispetto ad alcuni farmaci, per cui deve essere prescritto e assunto alla stregua di qualsiasi altra terapia e deve essere svolto con continuità e preso con la giusta posologia.

Patologie Croniche ed esercizio fisico - Blog AbanoMed Abano Terme

Secondo le più recenti linee guida, ogni patologia deve fare riferimento a protocolli di esercizio specifici per ottenere i benefici nei parametri desiderati e non incorrere in rischi.

Per esempio, al soggetto cardiopatico dovrebbe essere somministrato esercizio per il miglioramento dell’efficienza cardiovascolare, quindi utilizzando durante l’attività una precisa frequenza cardiaca per una determinata durata, a seconda della condizione clinica e della terapia farmacologica assunta.

Il soggetto diabetico invece dovrebbe seguire protocolli incentrati sull’incremento della massa muscolare, con modalità ed esercizi differenti da quelli indicati per il soggetto cardiopatico.

Diversamente le linee guida sull’esercizio fisico per il Parkinson indicano l’utilizzo di esercizi e modalità incentrati sul miglioramento dell’equilibrio, della coordinazione e della flessibilità.

Proprio per questo l’Esercizio Fisico Adattato deve essere prescritto da un medico, supervisionato e somministrato da un laureato magistrale in Scienze e Tecniche dell’attività Motoria Preventiva e Adattata, altamente specializzato in esercizio fisico nelle patologie croniche.

Se quindi tutti facciamo attività fisica quando ci muoviamo o quando saliamo qualche rampa di scale, non è detto che stiamo raggiungendo benefici concreti nei parametri interessati dalla patologia.

Dal 2015 in Veneto, grazie alla legge regionale di istituzione della “Palestra della Salute”, esistono strutture in possesso di requisiti specifici in cui è possibile praticare l’Esercizio Fisico Adattato. Dal 2020 anche AbanoMed è stato certificato dalla Regione come “Palestra della Salute”, un ambiente certificato e preposto allo svolgimento di programmi adeguati di Esercizio fisico Adattato.